bacio

IL BACIO E’ … PANTELLERIA

Le tipicità enogastronomiche di un territorio sono un viaggio nel viaggio, un’esperienza a sé che, spesso, ci portano nel cuore della cultura e delle tradizioni. Pantelleria in tal senso si traduce in chili più perché lì il buono sa di più buono; gusto, qualità, unicità esistono in qualsiasi elemento commestibile e non. Difficile da raccontare e le firme sugli articoli non si contano più; ognuno propone a modo suo quell’invito che è “Visitate l’isola”. Fra i sapori panteschi ce n’è uno che spicca fra tutti, inimitabile, poco geniale ma assolutamente UNICO: il bacio pantesco. Mai parola fu più usata e conosciuta; il bacio è bacio con una sonorità piena, completa, armoniosa. A Pantelleria sono riusciti a compiere la sua perfetta materializzazione in quel dolce che a fine pasto non manca mai: due fiori di pasta croccante tenuti insieme da un cremoso cuore di ricotta. Assaggiarlo è come dare un morso a Pantelleria e gustare la sua vera essenza grazie ad un sapore che è sintesi delle voci della gente, dei loro racconti, del loro straordinario e caloroso modo di accoglierti, di quella natura integra nei colori e nelle forme. La fragranza in quelle cialde è tale solo per le caratteristiche ambientali intorno, che la caricano di sentori agrumi, in una compattezza che ricorda la corteccia degli alberi della montagna. Appaga tanto quanto un bacio appassionato, quello che ti crea “dipendenza” di emozioni e di gusto. E’ incredibile come un prodotto possa essere la perfetta espressione di una terra. Provate e portare via le cialde e a farcirle con la ricotta della migliore pasticceria della vostra città … quello non sarà mai più un bacio pantesco.

Leave a Comment