36680547_1721203134582176_4763093403841855488_n

DJOON EXPERIENCE FAVIGNANA: IL RITMO DELL’INTEGRAZIONE E DELL’UGUAGLIANZA

Il mare che rappresenta la via di una nuova vita per milioni d’ immigrati che fuggono alle violenze e alle persecuzioni, di cui, spesso, sono vittime nel loro paese di origine, è lo stesso mare che bagna le coste dell’isola di Favignana, nell’arcipelago delle Egadi. La piccola isola del trapanese è diventata capitale di uguaglianza e integrazione, che si fondono con il suono del mare e le note dell’house music con l’evento musicale internazionale, “The Djoon Experience Favignana”. Il Festival, giunto alla quarta edizione, è occasione di incontro fra musicisti e giovani appassionati che giungono da ogni parte del mondo facendo di Favignana melting Polt musicale e culturale, incontro di stili nel cuore del Mediterraneo.

Un grande momento di aggregazione pacifico, carico di speranza, capace di superare la paura per gli episodi di terrorismo che hanno intaccato il linguaggio universale della musica. Per cinque giorni l’isola è un simbolico arcobaleno di persone, arricchito dai colori del paesaggio, portando avanti la tradizione multiculturale della Sicilia come esempio storico d’ integrazione di popoli ed etnie. “Music: only one color” è stato lo slogan che ha accompagnato l’evento, unica tappa europea del tour che porta il marchio del Djoon Club, etichetta discografica parigina, in tutto il mondo. La rilevanza sociale dell’evento non ha trascurato la qualità artistica che ha visto nella line up di quest’anno alcuni dei più famosi dj internazionali: fra cui Djeff Afrozila dal Portogallo, Terrence Parker & Merachka e Jamie 3:26 dagli Stati Uniti e la grande performance live della star giapponese Kuniyuki Takahashi, creatore estemporaneo di musica elettronica digitale.

L’isola siciliana diventa così laboratorio di internazionalizzazione, testimonianza virtuosa di tolleranza e rispetto della diversità, che ribalta la visione di essere una terra di salvezza con l’immagine di una terra di uguaglianza. Fra lo staff organizzativo ci sono infatti alcuni ragazzi ospiti dei centri di accoglienza che lavorano fianco a fianco di tutte le altre figure coinvolte, diventando anche loro, non semplici fruitori ma protagonisti nella riuscita dell’evento.

Chi vive il Djoon Experience Favignana si muove come dentro una grande famiglia, dove l’integrità della natura offre un neutrale scenario di accoglienza, caratterizzato dalla spontaneità delle relazioni e dall’uguaglianza.

Leave a Comment